Essere Donna in Italia

Mar 9, 2024 | Punti di Vista

Ulteriore riflessione, un po’ tardiva, sull’essere donna in Italia.

Ogni donna quando la Meloni è stata nominata Presidente del Consiglio in cuor suo ha pensato ad una conquista, ad un avanzamento della condizione della donna nel nostro Paese, ha avuto un sussulto di orgoglio e di speranza.

Peccato che quel sussulto sia stato subito soffocato.

Già perché la Meloni a ben vedere ha in realtà rinunciato a portare il suo essere donna in quel ruolo.

Fateci caso.
Non è solo l’aver preteso di essere chiamata IL Presidente del Consiglio, sebbene anche questo sia significativo perché a volte la forma è sostanza.
Ma quello che a me impressiona di più sono il suo tono, il suo linguaggio, la sua postura. Dura, sprezzante, guerrafondaia. Quasi che debba continuamente dimostrare a se stessa e agli altri di essere macho, più macho degli uomini che la circondano. Lasciando intendere che credibilità e autorevolezza si misurino così.

Questo atteggiamento non rende onore alle donne e rappresenta per ognuna di noi un’occasione persa. Avevamo l’occasione di dimostrare che la nostra sensibilità, il nostro pragmatismo e il nostro modo di pensare ed affrontare le cose tipicamente femminile rappresentano un valore e possono segnare un cambio di passo anche nella guida del Paese.

Ed invece con Meloni nulla è cambiato. Anzi stiamo facendo notevoli passi indietro.

ARTICOLI RECENTI

TUTTE LE CATEGORIE